Malala Yousafzai (Pakistan)

Malala Yousafzai nello Studio Ovale, 11 ottobre 2013

Iniziamo questo viaggio sulle donne simbolo d'ispirazione, con Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace nel 2014.

Una delle sue frasi più famose:

«Non mi importa di dovermi sedere sul pavimento a scuola. Tutto ciò che voglio è istruzione. E non ho paura di nessuno.»

È diventata il punto di riferimento per il diritto all’istruzione delle donne, migliaia di bambine islamiche possono ancora permettersi di andare a scuola e di avere un futuro diverso, grazie a lei.

Malala continua la sua lotta contro i talebani che negano l'istruzione alle donne, infatti secondo l'Unesco durante l'oppressione in Afganistan, le iscrizioni scolastiche si sono ridotte del 65%.

A soli undici anni, Malala raccontava su un blog per la Bbc la vita quotidiana di una bambina e tutto questo sotto falso nome.  

Quando aveva tredici anni il Primo Ministro Pakistano gli consegna il Premio Nazionale dei Giovani per la Pace. Nello stesso anno ha avuto la nomination per l’ International Children Peace Prize iniziando ad essere conosciuta anche a livello internazionale. 

Il 5 maggio del 2009, Malala e la sua famiglia, sono costretti a lasciare la loro casa a causa della guerra nella loro terra. Riescono a ritornare nell’agosto dello stesso anno, insieme a oltre un milione e mezzo di altri sfollati.

Nel 2009, con lo pseudonimo di Gul Makai descrive nel suo blog lancia la sua vita nello Swat sempre più scuole femminili chiuse, una presenza militare e l’imposizione di leggi che penalizzavano soprattutto le donne.

Fu proprio un amico del padre, che lavorava per la BBC a convincerla a raccontare le sofferenze che le donne erano costrette a sopportare dal regime talebano.
Le sue denunce sono numerose e precise, ma purtroppo la sua identità verrà presto rivelata da un documentario realizzato per il New York Time. 

In quel periodo nella regione dello Swat, la situazione diventa ancora più aspra tanto che alle donne è impedito di andare a fare la spesa.

Purtroppo tutta questa notorietà, ha fatto diventare Malala un obbiettivo dei talebani che hanno cercato di ucciderla, nell'ottobre del 2012, viene sparata alla testa, ridotta quasi in fin di vita da un sicario talebano.  

Purtroppo dovrà affrontare un intervento molto complicato al cervello, riesce a salvarsi grazie ad una catena internazionale di solidarietà,  trasferita a Birmingham nel Regno Unito e ricoverata in un centro specializzato, ci rimane fino al 2013.

La notizia del tentato omicidio di Malala fa il giro del mondo, e la questione della repressione culturale operata dai talebani, arriva in maniera più decisa ai media.
Oltre due milioni di persone firmano una petizione per il diritto all'istruzione.

Il Parlamento approva una legge che riconosce come obbligatorio e gratuito il diritto all’istruzione.

Il 12 luglio 2013, Malala parla davanti ai rappresentanti delle Nazioni Unite riuniti a New York.
Lancia un appello per l’istruzione dei bambini di tutto il mondo.

Durante il 2013 Malala e il padre Ziauddin istituiscono il «Fondo Malala» che in breve diventa punto di riferimento per i milioni di bambine cui viene negata un’educazione a causa di fattori sociali, economici, legali e politici.

Il 2014 riceve il premio Nobel per la pace condiviso con l’avvocato Kailash Satyarthi, che difende i diritti dei bambini indiani.

A soli diciassette anni Malala diventa la persona più giovane della storia a ricevere il Nobel per la Pace. 

I soldi ricevuti dal premio, vengono utilizzati per creare una scuola per ragazze in Pakistan.

Fonte foto: wikipedia.org

Si ricorda di consultare il disclaimer



Nome

Business online al femminile,25,Guide per l'impresa al femminile,27,Novità e Bandi,84,
ltr
item
Donna e Impresa - Business al femminile: Malala Yousafzai (Pakistan)
Malala Yousafzai (Pakistan)
Malala Yousafzai, riceve a soli diciassette anni, il premio Nobel per la pace
https://1.bp.blogspot.com/-yRPYnddU4PU/YBbGiCuT6ZI/AAAAAAAAAD8/Bk7eLIXJTNkySW27LwG599X9FgVUX4dgwCLcBGAsYHQ/w400-h269/Malala_Yousafzai_Oval_Office_11_Oct_2013.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-yRPYnddU4PU/YBbGiCuT6ZI/AAAAAAAAAD8/Bk7eLIXJTNkySW27LwG599X9FgVUX4dgwCLcBGAsYHQ/s72-w400-c-h269/Malala_Yousafzai_Oval_Office_11_Oct_2013.jpg
Donna e Impresa - Business al femminile
https://www.donnaeimpresa.it/2021/01/malala-yousafzai-pakistan.html
https://www.donnaeimpresa.it/
https://www.donnaeimpresa.it/
https://www.donnaeimpresa.it/2021/01/malala-yousafzai-pakistan.html
true
3578618210700702362
UTF-8
Carica tutti gli articoli Non ho trovato articoli Vedi tutto Leggi tutto Rispondi Cancella risposta Cancella Di Home Pagine Articoli Vedi tutto Raccomandato Categorie Archivio CERCA Tutti gli articoli Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Torna alla Home Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica Dom Lun Mar Merc Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Ora 1 minute ago $$1$$ minutes ago 1 hour ago $$1$$ hours ago Ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago more than 5 weeks ago Followers Follow QUESTO CONTENUTO PREMIUM È BLOCCATO STEP 1: Share to a social network STEP 2: Click the link on your social network Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy Contenuti